PalaAcer:Lavori in corso.Chi pagherà?

Must Read

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Se già,da qualche giorno,presso il PalaAcer, ex PalaEnickem,un via vai di persone che ispezionavano la struttura,ci avevano già dato l’impressione che qualcuno volesse iniziare dei lavori per rimettere in sesto la struttura e finalmente ottenere tutti i certificati di agibilità ed idonietà,stamane tutti i dubbi e ipotesi sono scomparsi. 

Ma chi sta pagando queste spese e da chi sono stati autorizzati i lavori, visto che la Basket Cittadella SRL ha dichiarato fallimento e tutto è nelle mani del tribunale di Siracusa?

Nel nostro ultimo articolo  ne avevamo già parlato in modo dettagliato..

Se già il giornale La Sicilia,due anni fa,riportava quanto segue:

Costruito a tempo di record, nel 1990, grazie all’impegno della società Basket La Cittadella Srl, fondata tra gli altri dall’allora presidente della Trogylos Carlo Lungaro e allenatore Santino Coppa, il PalaSport è stato mantenuto per 26 anni dalla società sportiva della Trogylos, che mesi fa ha presentato una richiesta per ottenerne la proprietà per usucapione. Negli anni gli enti pubblici si erano interessati all’acquisto, salvo poi tirarsi indietro; intanto è fallita La Cittadella e la crisi ha prodotto debiti, ipoteche, la possibilità di una vendita all’asta. Se venisse accolta la richiesta della Trogylos e dunque le fosse assegnato il palazzetto, si metterebbe fine all’incertezza.

Tuttavia, il 16 giugno l’udienza che era attesa al Tribunale di Siracusa non ha sortito alcuna decisione, se non un rinvio. In contrada San Focà, Roberta Gitani, ex giocatrice e presidentessa dell’ASD La Fenice, ha anche denunciato un’invasione dei topi e il disinteresse dell’amministrazione comunale. In tutto questo, rimane un unico dubbio: c’è ancora spazio per la pallacanestro a Priolo?

ci sembra chiaro che la trasparenza non vada di moda ultimamente..

Ci chiediamo se la parola sport sia ancora segno di partecipazione pubblica,legalità e democrazia.

a cura di Maurizio Inturri

Ultime Notizie

Narcotraffico: Da Grande Aracri a Santapaola e giù a Siracusa

Un’inchiesta che mira dritta al traffico degli stupefacenti in Sicilia, in particolare a Catania e a Palermo,...

Colpo al narcotraffico: sequestro di 1000 piante

Sono state sequestrate circa 1000 piante di cannabis indica in due diversi terreni a Reggio Calabria. La scoperta delle...

Siracusa: Che fine ha fatto l’antimafia?

In questi mesi, un pò tanti, l'antimafia civile è scomparsa e sembra che quella regionale faccia orecchie da mercante.

Piazze di spaccio: sequestrate droga e armi

Gli agenti della Questura di Siracusa, nella giornata di ieri, hanno compiuto tre arresti intorno alle due famose piazze di spaccio di...

Davide Cassia attacca con insulti

Pubblichiamo il secondo articolo delle parole che Davide Cassia ci ha rivolto. Questa volta potrete ascoltare direttamente le sue parole, e delle...
- Sostienici, pubblicizza la tua attività -

Articoli che potrebbero interessarti

- Sostienici, pubblicizza la tua attività -