Cronaca Diritto alla vita!Pronto soccorso di Noto chiuso.

Diritto alla vita!Pronto soccorso di Noto chiuso.

-

- Advertisment -

Sembra vietato in estate ricorrere alle prestazioni di un Pronto soccorso,figuriamoci morire!

Mancanza di organico è la comunicazione scusante dell’Azienda sanitaria provinciale di Siracusa che ha disposto la chiusura del pronto soccorso dell’ospedale Trigona di Noto,dopo aver pensato solo nei giorni scorsi alla pubblicazione di un avviso interno per l’espletamento in regime di plus orario di turni aggiunti presso i pronto soccorso dell’ospedale di Maria di Avola e di Noto dove vi erano in servizio soltanto nove dirigenti medici.

Tradotto in parole povere:Abbiamo fatto il possibile!

Nessun parola che si avvicini minimamente a delle scuse formali ai cittadini di Noto e Avola.

Basta leggere quanto segue per capire non solo che nessun piano di emergenza era pronto ma che la strafottenza in un territorio con presidi inefficienti per: capienza,numero di vittime,turisti di tutto il mondo sempre e comunque in tale periodo dell’anno,non è interesse di primaria importanza!

“Tutte le procedure sono risultate vane. Successivamente alla predisposizione dei turni – spiega l’Asp – cinque dei nove dirigenti medici hanno presentato certificazione di inidoneità al lavoro per motivi di salute riducendo di fatto l’organico disponibile a quattro medici per entrambi i Pronto soccorsi. Si è preferito mantenere aperto il Pronto soccorso di Avola in quanto sede, nella nuova rete ospedaliera, del Polo per acuti. La Direzione aziendale ha trasmesso gli atti alla autorità giudiziaria considerato che l’assenza contemporanea per motivi di salute di cinque unità di personale su nove è apparsa quantomeno insolita”.

La proposta dell’assessore regionale alla salute Ruggero Razza.

“Sono in costante contatto con i vertici dell’Asp di Siracusa per trovare in tempi molto rapidi una soluzione a questa vicenda – dice l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza -. Stiamo immaginando di procedere al reclutamento di professionisti in pensione per sopperire al disagio. Al tempo stesso ho chiesto ogni approfondimento utile sulla improvvisa assenza di alcuni medici che sarebbe causata da problemi di salute. Ho la sensazione, ma spero di sbagliare, che siano stati compiuti reati. Se fosse così, sarebbe una vergogna”.

Reclutare i pensionati medici per tappare il buco o correre ai ripari?

Se solo qualcuno avesse idea dei turni massacranti,della mancanza di posteggio,dei reparti ripartiti tra il nosocomio di Avola e Noto ecc ecc,forse i comunicati sarebbero diversi,forse alle chiacchiere si sostituirebbero fatti!

Quanto vale il prezzo di una vita in questo territorio e quante scuse per risolvere un problema ventennale?

Sicuramente c’è molto di più in questa vicenda, sicuramente medici e operatori sanitari saranno giunti allo stremo delle forze,per questo speriamo che sulla vicenda non si colpiscano solo i sanitari!

Ultimi articoli

Carceri: Al via le scarcerazioni dei boss

Il primo boss della camorra, rinchiuso al 41bis, lascia il regime duro e viene posto al regime dei domiciliari;...

La prima testimone siciliana “vestita di nero”; in nome dello Stato!

Oggi come ieri è sempre la stessa indifferenza che uccide con o senza regole perché alla base di tutto...

Sanità Calabria: Rischio per chiunque fare il Commissario

"Dopo tutto questo parlare, molta gente anche capace, addetta ai lavori, non scenderà in Calabria perché rischia di azzerare...

È morto il corvo di Vatileaks

E' morto Paolo Gabriele, l'ex maggiordomo di papa Benedetto XVI che, con la fuga di documenti riservati del Pontefice,...
- Advertisement -

Scoperta fabbrica di marijuana

Un'operazione congiunta tra forze dell'ordine, in provincia di Reggio Emilia, ha fatto si che fosse sequestrato un casolare attrezzato...

Le condoglianze alla famiglia Cavallaro

Appresa la triste notizia della dispartita di Mario Matteo Cavallaro, il sottoscritto Rosario Piccione, si stringe con un abbraccio...

Articoli popolari

Carceri: Al via le scarcerazioni dei boss

Il primo boss della camorra, rinchiuso al 41bis, lascia...

Iscriviti alla nostra newsletter!

Rimani aggiornato con la nostre notizie!

Questo articolo ti è piaciuto? Allora perché non ci sostieni con una donazione?

Potrebbero interessartiHOT NEWS
Ecco cosa hanno letto i nostri lettori