25 Settembre 2020
More

    I militari contro il ministro Trenta.

    Non solo Matteo Salvini. Anche i militari sono stufi del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta.

    Gli stessi militari a cui fa riferimento il dicastero guidato dalla grillina, sempre più all’angolo, infatti la disconoscono. Lo fanno – come riporta Il Giornale – con un comunicato diffuso nella serata di martedì 9 luglio. Un comunicato della categoria sergenti e brigadieri del Cocer Interforze con cui le divise delle quattro Forze armate – esercito, aeronautica, marina e carabinieri – lanciano un vero appello, una sorta di sos al ministro dell’Interno.

    I militari infatti si diconofortemente bistrattati nelle funzioni, nella dignità e nel rispetto della professionalità” e si dichiarano “ignorati dai vertici della Difesa e volutamente non salvaguardati nei prossimi correttivi al riordino“.

    Parole pesantissime.

    La Trenta viene scavalcata, poiché chiedono un incontro con il titolare del Viminale al fine di rappresentare i loro problemi. Il loro malcontento è sempre più tangibile: in molti, prosegue Il Giornale, si auspicano una sostituzione della Trenta al ministero, un cambio sul quale si vocifera da mesi.

    L’ipotesi che circola è che, nonostante le smentite di Giuseppe Conte, il ministro grillino potrebbe essere sostituita con una figura più vicina al mondo militare, figura dunque più gradita. I temi che più stanno a cuore alle divise sono arcinoti e da tempo ignorati: dal riordino fino ad arrivare alla pochissime risorse a disposizione per poter organizzare nel migliore dei modi la difesa del Paese. E su alcuni punti il ministro della Difesa continua a non dare le risposte richieste. O alcuna risposta.

    Fonte liberoquotidiano

    Lascia un commento

    Redazione Amattanza
    La redazione di Amattanza

    Ultimi Articoli

    Davide Cassia attacca con insulti

    Pubblichiamo il secondo articolo delle parole che Davide Cassia ci ha rivolto. Questa volta potrete ascoltare direttamente le sue parole, e delle...

    Operazione Aretusa: la DdA batte cassa e chiede il massimo delle pene

    Siamo giunti alla fase finale del processo scaturito dall' operazione Aretusa che vede tra gli imputati molti personaggi di spicco.

    Mattarella, necessario resistere a intimidazioni mafia

    Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel trentesimo anniversario dell'uccisione del Giudice Rosario Livatino, ha dichiarato: "Rosario Livatino, Sostituto Procuratore della Repubblica...

    Via Italia 103: continuano i sequestri

    Siracusa. Nella nottata di ieri, i militari dell'arma dei Carabinieri hanno fatto irruzione in via Italia 103, nota piazza di spaccio, riuscendo...

    Potrebbero interessarti

    Lascia un commento