2 Ottobre, venerdì, 2020
23.1 C
Siracusa

Saviano.Sdegno sui social per le parole sul carabiniere morto.

Must Read

Saviano accusato di strumentalizzare l’assassinio del vice brigabiere dell’Arma dei Carabinieri Mario Cerciello Rega!

“La morte di Mario Cerciello Rega è già territorio saccheggiato dalla peggiore propaganda. La morte di un carabiniere in servizio non può essere usata come orrido strumento politico contro i migranti”.

A scriverlo su Facebook, commentando l’uccisione del carabiniere accoltellato a morte a Roma durante un controllo, è Roberto Saviano.

“Delinquenti politici che, per allontanare da sé i sospetti sui crimini commessi, non esitano a usare i più deboli tra voi”, scrive lo scrittore di Gomorra che nel suo post esalta l'”onore di Mario Cerciello Rega che si è comportato da carabiniere” e “ha pagato con la vita”.

Ma l’equazione tra l’assassinio del carabiniere e l’ “orrido strumento politico contro i migranti” ha fatto infuriare numerosi utenti del social network, che vedono nel post di Saviano la stessa intenzione che si propone di condannare: la strumentalizzazione ideologica di un fatto criminale.

[KGVID]http://localhost/restore/wp-content/uploads/2019/07/Video.Guru_20190726_185643492.mp4[/KGVID]

“Per rispetto a questa morte assurda potevi limitarti semplicemente alle condoglianze della famiglia del ragazzo assassinato. Dici che gli altri strumentalizzano, tu fai la stessa cosa”, è uno dei tanti commenti al post su questo tenore.

Ad attaccare senza riserve lo scrittore è anche Rita Dalla Chiesa, popolare volto tv e figlia del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso a Palermo in un attentato mafioso.

“Senza parole. E lui (Saviano, ndr) senza vergogna. Gli uomini della sua scorta dovrebbero ribellarsi, dopo quello che ha detto, e lasciarlo solo. E adesso attaccatemi pure. Non me ne importa niente”, ha scritto la conduttrice e giornalista sui social.

Fonte ILTempo

- Sostienici -

Ultime Notizie

Visicale e la sua banda restano in carcere, continuano le minacce

A Catania, il Tribunale del Riesame, ha confermato la misura cautelare in carcere per gli arrestati durante...

Narcotraffico: Da Grande Aracri a Santapaola e giù a Siracusa

Un’inchiesta che mira dritta al traffico degli stupefacenti in Sicilia, in particolare a Catania e a Palermo, grazie agli accordi datati di...

Colpo al narcotraffico: sequestro di 1000 piante

Sono state sequestrate circa 1000 piante di cannabis indica in due diversi terreni a Reggio Calabria. La scoperta delle...

Siracusa: Che fine ha fatto l’antimafia?

In questi mesi, un pò tanti, l'antimafia civile è scomparsa e sembra che quella regionale faccia orecchie da mercante.

Piazze di spaccio: sequestrate droga e armi

Gli agenti della Questura di Siracusa, nella giornata di ieri, hanno compiuto tre arresti intorno alle due famose piazze di spaccio di...
- Sostienici, pubblicizza la tua attività -

Articoli che potrebbero interessarti

- Sostienici, pubblicizza la tua attività -