Avola.Minaccia di denuncia da parte dell’assessore Morale.

Must Read

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

È incredibile davvero ciò che accade ad Avola!

Dopo il primo articolo dell’aggressione avvenuta a discapito del dott.Luca Cannata,sindaco di Avola,e reiterato stamane con un secondo articolo per chiarire le dinamiche,l’assessore Samanta Morale ci informa e minaccia di denuncia per che cosa???

Ricapitoliamo!

Giorno 16 settembre pubblichiamo in nostro primo articolo in riferimento all’aggressione al sindaco.

Trascorrono due giorni e nessuna comunicazione di “smentita” arriva alla nostra redazione,eppure sul nostro numero di telefono abbiamo ricevuto l’invito per votare sempre Cannata alle Europee…non è strano?

Stamane,18 settembre, pubblichiamo il nostro secondo articolo descrivendo i fatti,con l’eccezione di citare Paolo Zuppardo e i suoi post!

Ed ecco subito il commento dell’assessore alla legalità che scrive quanto segue:

È giusto “rigettare ogni forma di censura”, ma non è altrettanto giusto diffondere notizie false. È giusto che nella vostra pagina riportiate “l’informazione raccontata dal basso”, ma non è altrettanto giusto riportare notizie “basse”. I fatti riportati non rispondono a verità: il Sindaco non è mai stato schiaffeggiato e nessun Vigile Urbano è mai intervenuto per difenderlo.
Quando la libera manifestazione del pensiero esce dai propri confini e si trasforma in altro, nasce per la persona offesa il diritto di difendersi nelle sedi opportune ed è questo che il Sindaco ha intenzione di fare. Tutto questo ad onor del vero e nel rispetto delle più elementari regole che sorreggono e accompagnano il diritto di cronaca“.

La questione è ancora una volta delicata sulle “minacce” che si ricevono da questa amministrazione, che tra l’altro gratuitamente diffama pubblicamente le forze dell’ordine….ricorderete le parole che il sindaco rivolse al commissario di P.S. Fabio Aurilio.

La nostra redazione rimanda al mittente le minacce e prega l’assessore alla legalità di impegnarsi,senza colori politici,nel rispetto di tale valore morale!

Ultime Notizie

Narcotraffico: Da Grande Aracri a Santapaola e giù a Siracusa

Un’inchiesta che mira dritta al traffico degli stupefacenti in Sicilia, in particolare a Catania e a Palermo,...

Colpo al narcotraffico: sequestro di 1000 piante

Sono state sequestrate circa 1000 piante di cannabis indica in due diversi terreni a Reggio Calabria. La scoperta delle...

Siracusa: Che fine ha fatto l’antimafia?

In questi mesi, un pò tanti, l'antimafia civile è scomparsa e sembra che quella regionale faccia orecchie da mercante.

Piazze di spaccio: sequestrate droga e armi

Gli agenti della Questura di Siracusa, nella giornata di ieri, hanno compiuto tre arresti intorno alle due famose piazze di spaccio di...

Davide Cassia attacca con insulti

Pubblichiamo il secondo articolo delle parole che Davide Cassia ci ha rivolto. Questa volta potrete ascoltare direttamente le sue parole, e delle...
- Sostienici, pubblicizza la tua attività -

Articoli che potrebbero interessarti

- Sostienici, pubblicizza la tua attività -