25 Settembre 2020
More

    Borrometi e Ruotolo non rispondono al quesito: dov’è che si parla di attentato con autobomba?

    Borrometi, Saviano ecc possono continuare con il loro modo di fare informazione e scrivere post sui social, ma liberamente altri possono fare lo stesso?

    Avola. Cerchiamo di capire cosa sta succedendo intorno alle ultime dinamiche che riguardano il famoso giornalista Paolo Borrometi, ormai personaggio pubblico, e il perché nessuno tenta di contestargli nulla.
    Iniziamo col capire chi è Paolo Borrometi.
    Scriveva, l’11 aprile 2018 su Panorama, il giornalista Matteo Politanò quanto segue: “Paolo Borrometi è un giornalista, nato a Ragusa nel 1983. Collaboratore dell’Agi per la provincia ragusana, nel 2013 ha fondato la testata giornalistica d’inchiesta ”La Spia”. Sin da subito la sua attività è stata minacciata dalla malavita di Ragusa e Siracusa, intimidazioni che nel 2014 sono sfociate in violenza.”
    Aggiunge lo stesso Politanò: “Un personaggio scomodo, un intralcio da eliminare ad ogni costo. Paolo Borrometi, giornalista siciliano, vive dal 2013 con l’incubo delle minacce di morte. La sua colpa? Fare il suo lavoro, informare la Sicilia sulle sue ferite, in particolare nelle zone di Ragusa e Siracusa. Dal 2014 vive sotto scorta dopo un’aggressione e numerose minacce. Le ultime sono sfociate in quattro arresti dopo le intercettazioni dei carabinieri che hanno svelato un progetto per assassinarlo, l’ennesimo.”
    Qui iniziamo a porre delle domande che per chi vive e conosce la Sicilia, ma soprattutto per i siracusani e gli abitanti delle città di Vittoria, Pachino, Avola, Noto che ne conoscono “intrecci e trame”.(leggi l’intero articolo)

    di Maurizio Inturri

    Lascia un commento

    Maurizio Inturrihttps://amattanza.it
    Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

    Ultimi Articoli

    Davide Cassia attacca con insulti

    Pubblichiamo il secondo articolo delle parole che Davide Cassia ci ha rivolto. Questa volta potrete ascoltare direttamente le sue parole, e delle...

    Operazione Aretusa: la DdA batte cassa e chiede il massimo delle pene

    Siamo giunti alla fase finale del processo scaturito dall' operazione Aretusa che vede tra gli imputati molti personaggi di spicco.

    Mattarella, necessario resistere a intimidazioni mafia

    Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel trentesimo anniversario dell'uccisione del Giudice Rosario Livatino, ha dichiarato: "Rosario Livatino, Sostituto Procuratore della Repubblica...

    Via Italia 103: continuano i sequestri

    Siracusa. Nella nottata di ieri, i militari dell'arma dei Carabinieri hanno fatto irruzione in via Italia 103, nota piazza di spaccio, riuscendo...

    Potrebbero interessarti

    Lascia un commento