Archivio Attualità Quella certa comunicazione libera che da u mal'abbentu.

Quella certa comunicazione libera che da u mal’abbentu.

-

- Advertisment -

Ci hanno maledetto dal primo giorno in cui siamo nati con “Comunicazionelibera”,ma perché?

Il motivo è semplice:la demagogia politica è passata dai salotti alle trasmissioni radiofoniche,poi alle tv,poi nelle piazze,infine si è evoluta ed alcuni sciocchi hanno preso a braccetto i social per agitare le loro folle a suon di slogan populisti,e per raggiungere (gratis)i loro elettori con le loro famiglie ovunque e in qualunque momento.

Il risultato è stato quello appunto di trasformare i politici in amabili e intelligenti conversatori da salotto.

Alcuni o quasi tutti,hanno cercato di mutare la loro fisicità,aiutati dall’addetto stampa di turno  – pagato – sono stati aiutati a sembrare più riflessivi ed equilibrati,diremmo “zii saggi”,il tutto grazie a comodi eleganti, brillanti e sorridenti uomini di bella presenza – ma più demagogici – che si alternavano ai loro momenti di pausa.

Peccato che nessuno di loro è stato:John Fitzgerald Kennedy,Ronald Reagan,Bill Clinton o Tony Blair.

Insomma,abbiamo dato fastidio a quel tipo di personalità che serve a calamitare l’attenzione distratta di potenziali elettori con una comunicazione costruita con raffiche di:messaggi raffinati confezionati per essere condivisi,viralizzati e immancabilmente dimenticati.

Tutti vogliono urlare forte e a colpi di “like” sui social,mentre noi raccontiamo solo ciò che accade e vediamo con i nostri occhi.

Il nostro compito non è alimentare “polemiche”,ma fare in modo che ognuno possa esprimere la propria opinione,forse non è un diritto?

Sicuramente in tanti vorrebbero colpire le folle a colpi di slogan populisti,ma noi andiamo oltre gli slogan e pubblichiamo anche le foto!

Non possiamo girarci dall’altra parte e nascondere il fatto che qualcuno continua a vomitare odio,insulti,mezze verità e verità di mezzo in modo indisturbato,ma questa è politica da manuale e noi facciamo informazione lontano da i manuali.

Tutto ciò che noi stiamo facendo è dare a ogni singolo cittadino e lettore più informazioni possibili affinché possano formare un giudizio autonomo sulla bontà o meno di un messaggio politico acquisito attraverso i social.

Tutti hanno il diritto di esprimere il loro pensiero autonomo e critico.

Articolo precedenteFalcone e Borsellino in croce!
Articolo successivoIl caso Emanuela Orlandi

Ultimi articoli

Siracusa: La nuova lotta alla criminalità alle “imbarcazioni fantasma”

Un altro colpo che farà discutere quello messo a segno dagli agenti della Polizia di Stato in servizio presso...

Siracusa: Ex affiliato al clan Bottaro-Attanasio arrestato per furto di gasolio

Enzo Vinci, anni 47, già conosciuto alle forze dell’ordine per vari reati come: estorsione ai danni di un panificio...

Carceri: Al via le scarcerazioni dei boss

Il primo boss della camorra, rinchiuso al 41bis, lascia il regime duro e viene posto al regime dei domiciliari;...

La prima testimone siciliana “vestita di nero”; in nome dello Stato!

Oggi come ieri è sempre la stessa indifferenza che uccide con o senza regole perché alla base di tutto...
- Advertisement -

Sanità Calabria: Rischio per chiunque fare il Commissario

"Dopo tutto questo parlare, molta gente anche capace, addetta ai lavori, non scenderà in Calabria perché rischia di azzerare...

È morto il corvo di Vatileaks

E' morto Paolo Gabriele, l'ex maggiordomo di papa Benedetto XVI che, con la fuga di documenti riservati del Pontefice,...

Articoli popolari

Iscriviti alla nostra newsletter!

Rimani aggiornato con la nostre notizie!

Questo articolo ti è piaciuto? Allora perché non ci sostieni con una donazione?

Potrebbero interessartiHOT NEWS
Ecco cosa hanno letto i nostri lettori