Esclusivo.Svolta omicidio Zappulla

Il procuratore della DdA di Catania La Rosa affonda il colpo e da una svolta all’omicidio di Gaetano Zappulla.

Grazie alle testimonianze di vari collaboratori di giustizia e alle indagini delle forze dell’ordine il procuratore La Rosa ha emesso un’ordinanza nei confronti di Pasqualino Mazzarella e Vito Fiorino in qualità di complice.

 

Il 4 settembre 2002 Gaetano Zappulla,un pregiudicato allora 26enne, fu ucciso con tre colpi di pistola all’interno di un bar nel centro di Siracusa da Mazzarella, mentre era intento a giocare davanti a un videogioco.

Mazzarella,secondo la ricostruzione, sarebbe stato il killer con il viso coperto da un caso integrale che lo ha freddato,mentre Vito Fiorino lo attendeva a bordo di un motociclo,sempre col volto coperto da un casco,pronto per la fuga.

Sia Pasqualino Mazzarella che Vito Fiorino, secondo quanto emerge, fanno parte del clan Bottaro-Attanasio.

Mazzarella,oltre che killer,si confermerebbe anche specialista delle “esplosioni dinamitarde”, che fonti certe raccontano come il Mazzarella usasse bombole di gas coperte da moquette e similari impregnate di benzina.

La prima udienza per l’omicidio Zappulla sembra doversi svolgersi alla fine di maggio 2020 e vedrà diversi collaboratori di giustizia testimoniare.

Con questo processo, si conferma la continua lotta alla criminalità organizzata da parte della DdA di Catania con il procuratore La Rosa e la promessa, mantenuta (a quanto sembra), del collaboratore di giustizia Rosario Piccione, conosciuto col soprannome ‘u raggiuneri’, che mesi a dietro dichiarò che avrebbe aiutato gli investigatori fino alla fine per ripulire Siracusa.

Cercheremo di tenervi informati su questa indagine e sui nomi dei collaboratori di giustizia che testimonieranno!

Esclusivo.Svolta omicidio Zappulla, AMATTANZA

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Ultime Notizie

Potrebbero interessarti