Appello dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria

I nostri lettori hanno letto

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Daniela Caputo, segretario nazionale dell’Associazione Nazionale Dirigenti e Funzionari Polizia Penitenziaria,ha affidato all’Adnkronos un appello rivolto al CdM (Consiglio dei ministri),a 48 ore dalla rivolta dilagata nelle carceri di tutta Italia.

Situazione drammatica, serve l’esercito

“È una situazione di estrema drammaticità, che negli ultimi 50 anni non si è mai registrata nelle carceri italiane e che non avremmo mai voluto raccontare. Lo Stato deve intervenire subito, serve l’intervento dell’esercito e l’applicazione del 41bis”.

Clicca per il video

Daniela Caputo spiega così la richiesta d’appello:

“Sono 48 ore che le strutture vengono assediate da detenuti rivoltosi e violenti che accedono a intere sezioni devastandole completamente. I danni sono inenarrabili.

Il personale di Polizia Penitenziaria è ormai in stato di massima allerta da più di 24 ore.

Non possiamo resistere oltre, lo Stato e le istituzioni devono dare una risposta immediata”.

Fonte Adnkronos

- Advertisement -

Potrebbero interessarti

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime Notizie

error: Contenuto riservato agli abbonati !!