Cronaca Disabili non rappresentati nella Commissione LEA

Disabili non rappresentati nella Commissione LEA

-

- Advertisment -

Insediata la nuova commissione nazionale per l’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, ma nessuno rappresenta i disabili.

Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – commenta amaramente la scelta del Ministro Speranza.

Il Ministro Speranza con entusiasmo aveva dichiarato:

“Oggi ho insediato la nuova commissione nazionale per l’aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza, cioè quelle prestazioni che il Servizio Sanitario Nazionale garantisce a tutti. La commissione svolgerà un lavoro fondamentale per rispondere ai nuovi bisogni di salute dei cittadini. Ho chiesto a ciascuno di mettere al centro sempre le persone, i pazienti e i loro diritti”.

Falabella evidenzia che da quella Commissione sono esclusi i rappresentanti delle organizzazioni delle persone con disabilità, nonostante al Ministro Speranza questa lacuna grave sia stata ripetutamente evidenziata. 

“È come se quella centralità celebrata dal Ministro non riguardasse le persone con disabilità, – commenta Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – come se non esistessero atti internazionali recepiti anche in Italia, quali la Convenzione ONU sui diritti delle persona con disabilità, che prevedono il nostro coinvolgimento sulle questioni che ci riguardano direttamente.

Gli ausili, i dispositivi per la salute, la riabilitazione, la diagnosi, la cura, i servizi sociosanitari… sono questioni che riguardano il nostro stato di salute, le nostre vite e su cui abbiamo molto da dire e da raccontare, argomenti che fanno parte delle nostre quotidiane rivendicazioni anche a livello regionale.

Dall’assenza di servizi essenziali alle gare sui dispositivi monouso, dalla diagnosi delle malattie rare agli interventi di riabilitazione precoce, dalla applicazione a macchia di leopardo dei LEA al fatto che ancora molti ausili non siano forniti dal SSN, alla reperibilità di alcuni farmaci e molto altro: ne abbiamo da raccontare”.

Invece di farlo produttivamente all’interno di quella Commissione che ci ha esclusi, lo faremo in altri contesti e con altri strumenti mediatici, politici e legali.”

Ma a rendere ancora più incongruente ed amara l’esclusione delle organizzazioni delle persone con disabilità, è un’altra notizia.

In una nota del Ministero della Salute, sempre sui lavori della commissione, si legge: “Su richiesta del presidente della Commissione, alle riunioni potranno partecipare, per fornire il proprio contributo tecnico-scientifico, rappresentanti del Consiglio superiore di sanità, delle società scientifiche, delle Federazioni dei medici ed esperti esterni competenti nelle specifiche materie trattate”.

Vincenzo Falabella, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, a tal proposito ha concluso dicendo:

Un ministero che distingue fra figli e figliastri e che le nostre organizzazioni non le vuole nemmeno sullo strapuntino che ha riservato di ripiego alle Federazioni dei medici.

È strano che nello stesso Governo si incontri da un lato attenzione e ascolto nei nostri confronti, da parte del premier e di altri dicasteri, e contemporaneamente si venga ignorati quando il tema è quello del diritto alla salute.”

Ultimi articoli

Carceri: Al via le scarcerazioni dei boss

Il primo boss della camorra, rinchiuso al 41bis, lascia il regime duro e viene posto al regime dei domiciliari;...

La prima testimone siciliana “vestita di nero”; in nome dello Stato!

Oggi come ieri è sempre la stessa indifferenza che uccide con o senza regole perché alla base di tutto...

Sanità Calabria: Rischio per chiunque fare il Commissario

"Dopo tutto questo parlare, molta gente anche capace, addetta ai lavori, non scenderà in Calabria perché rischia di azzerare...

È morto il corvo di Vatileaks

E' morto Paolo Gabriele, l'ex maggiordomo di papa Benedetto XVI che, con la fuga di documenti riservati del Pontefice,...
- Advertisement -

Scoperta fabbrica di marijuana

Un'operazione congiunta tra forze dell'ordine, in provincia di Reggio Emilia, ha fatto si che fosse sequestrato un casolare attrezzato...

Le condoglianze alla famiglia Cavallaro

Appresa la triste notizia della dispartita di Mario Matteo Cavallaro, il sottoscritto Rosario Piccione, si stringe con un abbraccio...

Articoli popolari

Carceri: Al via le scarcerazioni dei boss

Il primo boss della camorra, rinchiuso al 41bis, lascia...

Iscriviti alla nostra newsletter!

Rimani aggiornato con la nostre notizie!

Questo articolo ti è piaciuto? Allora perché non ci sostieni con una donazione?

Potrebbero interessartiHOT NEWS
Ecco cosa hanno letto i nostri lettori