Cronaca Processo Rinascita-Scott: al banco la massomafia

Processo Rinascita-Scott: al banco la massomafia

E’ iniziato il Maxi Processo “Rinascita Scott” presso l’aula bunker del carcere di Rebibbia, mentre a Lamezia Terme continuano i lavori per il maxi bunker a misura anti Covid.

-

- Advertisment -

Giorno 11 settembre, presso l’aula bunker del carcere di Rebibbia, è iniziato il secondo maxi processo della storia d’Italia che vede 452 imputati, con la prima udienza preliminare, dove il Gup distrettuale di Catanzaro, dott. Carlo Paris, dovrà valutare la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Direzione distrettuale antimafia guidata dal dott. Nicola Gratteri.

Tra i 452, rispetto all’avviso di conclusione indagini, non risultano 23 persone per i cui i magistrati avevano stralciato la loro posizione, mentre per l’ imprenditore Mario Lo Riggio, l’avvocato Giulio Calabretta, Salvatore Rizzo e l’avvocato Giancarlo Pittelli, ex parlamentare di FI, si procederà con il rito abbreviato.

L’avvocato Pittelli fu arrestato il 9 dicembre scorso nell’ambito dell’operazione denominata “Operazione Rinascita-Scott”, per lui, i suoi legali avevano chiesto il rito abbreviato perché preoccupati delle sue condizioni di salute. Il suo processo, presso il Tribunale di Vibo Valentia, è già fissato per il prossimo 9 novembre.

Le parti offese sono 224 tra cui figurano i Comuni di Vibo Valentia, Mileto, Filandari, Zungri, Limbadi, Maierato, Nicotera, Pizzo, Tropea Ricadi, San Costantino, Maierato, Sant’Onofrio, Cessaniti, Ionadi, la Provincia di Vibo, l’Azienda sanitaria, la Regione Calabria, la Prefettura di Teramo e il Ministero della Giustizia.

Operazione Rinascita-Scott

L’operazione Rinascita-Scott,(qui l’articolo con la deposizione del pentito) condotta dal ROS e dal Comando provinciale dei Carabinieri di Vivo Valentia, è scattata il 19 dicembre 2019 ed è stata condotta in varie regioni e alcune nazioni estere; il blitz, studiato nei minimi particolari dalla DdA di Catanzaro e avviata dal dott. Nicola Gratteri, ha disarticolato le più pericolose ‘ndrine del Vibonese dai Mancuso di Limbadi, che erano in rapporti con i De Stefano di Reggio Calabria, ai Piromalli di Gioia Tauro; le varie ‘ndrine avevano compiti di collegamento con la criminalità organizzata della provincia di Reggio e il crimine di Polsi.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=vh-hl5PyCYc[/embedyt]

La più colpita è stata la consorteria dei Lo Bianco-Barba , operante nel territorio del capoluogo di provincia, in quanto formata da centinaia di accoliti.

L’Operazione Rinascita-Scott, come avevamo accennato in prima, avvia un processo delicato in quanto tra gli indagati risultano politici, ex sindaci, avvocati, commercialisti, funzionari dello Stato e appartenenti a logge massoniche.

Insomma, personaggi di non poco conto…

Il bunker di Lamezia Terme

I lavori del maxi bunker nell’area industriale di Lamezia Terme, grazie al protocollo d’intesa firmato dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, stanno continuando.

La struttura del solo immobile è di circa 3.500 metri quadrati più l’area parcheggio e altre zone.

L’intera operazione di ristrutturazione è finanziata e sotto l’egido controllo dal ministero con la collaborazione della Regione, del Demanio, degli uffici giudiziari di Catanzaro, dell’avvocatura e della struttura commissariale guidata da Domenico Arcuri, per garantire il rispetto delle misure sanitarie.

Il nuovo bunker di Lamezia Terme sorge nell’area industriale dove si trovano i capannoni della Fondazione Terina (ente in house della Regione).

Come riporta il Corrieredellacalabria, la struttura con dimesioni di 103 metri per 35, potrà contenere, a distanza di sicurezza Covid, circa 1000 persone; 350 posti saranno riservati agli imputati; 600 le scrivanie destinate agli avvocati dotate di telefono, schermo e prese per pc e tablet; inoltre percorsi indipendenti sono previsti per avvocati e pubblici ministeri.

Sempre nella stessa, sono già previsti, i posti per il pubblico e la stampa nonché la dotazione di 32 bagni.

Una nota da non dimenticare è l’assoluto abbandono iniziale, dopo il blitz, al dott. Nicola Gratteri (qui il nostro articolo).

Lascia un commento
Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Ultimi articoli

Operazione Grande Carro: I Ros tra la Puglia e la Campania

È stata denominata Grande Carro l'operazione antimafia eseguita stamattina, su richiesta della procura distrettuale di Bari, a...

Operazione dei ROS: Sgominata organizzazione pugliese

È in corso un'operazione congiunta da parte dei carabinieri del Ros e del Comando tutela ambientale il...

Blitz all’Ucciardone: cellulari e stupefacenti a 1.500 euro

Grazie ai miniphone e sim card pulite, all'interno del carcere Ucciardone, i detenuti continuavano a prendere ordinazioni di...

Manifestazione e scontri in tutta Italia

In migliaia protestano dal nord al sud Italia dopo il nuovo DPCM, è ad essere penalizzati non...
- Advertisement -

Operazione Araneo: Smantellato traffico di stupefacenti

L'Operazione antimafia Araneo, iniziata nella notte, a Foggia ha disarticolato un’associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito...

Carceri S.PP. Di Giacomo: Covid-19 situazione carceri allarmante

Sono più di 100 i detenuti affetti da coronavirus e oltre 150 i poliziotti penitenziari nelle carceri...

Articoli popolari

Operazione Grande Carro: I Ros tra la Puglia e la Campania

È stata denominata Grande Carro l'operazione antimafia...

Operazione dei ROS: Sgominata organizzazione pugliese

È in corso un'operazione congiunta da parte...
- Advertisement -

Potrebbero interessartiHOT NEWS
Ecco cosa hanno letto i nostri lettori

Lascia un commento