Cronaca Mattarella, necessario resistere a intimidazioni mafia

Mattarella, necessario resistere a intimidazioni mafia

La vile uccisione di Rosario Livatino richiama la necessità di resistere alle intimidazioni della mafia

-

- Advertisment -

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel trentesimo anniversario dell’uccisione del Giudice Rosario Livatino, ha dichiarato: “Rosario Livatino, Sostituto Procuratore della Repubblica e poi Giudice della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Agrigento, ha condotto importanti indagini contabili e bancarie sulle organizzazioni criminali operanti sul territorio e sui loro interessi economici. Egli ha, tra i primi, individuato lo stretto legame tra mafia e affari, concentrando l’attenzione sui collegamenti della malavita organizzata con gruppi imprenditoriali”

Continuando nel suo discorso, il Presidente Mattarella ha voluto ricordare del giudice Livatino nella magistratura: “Consapevole del delicato ruolo del giudice in una società in evoluzione e della necessità che la magistratura sia e si mostri indipendente, egli ha svolto la sua attività con sobrietà, rigore morale, fermezza e instancabile impegno, convinto di rappresentare lo Stato nella speciale funzione di applicazione della legge”.

Infine un forte richiamo nella lotta alla amfia: “Ricordare la vile uccisione di Rosario Livatino richiama la necessità di resistere alle intimidazioni della mafia opponendosi a logiche compromissorie e all’indifferenza, che minano le fondamenta dello stato di diritto“. 

Lascia un commento

Ultimi articoli

Condanna ridotta all’agente di Polizia Penitenziaria

All'assistente capo della Polizia Penitenziaria Paolo Zagarella, con qualifica di coordinatore, è stata ridotta la pena in...

Tik Tok: Droga e soldi

Dalla serie “Gomorra scansati” è arrivata l'evoluzione. La piattaforma social Tik Tok...

Garage allestito con giochi e marijuana

Un giovanissimo di quindici anni è stato scoperto e denunciato dai carabinieri della Compagnia di San Giovanni...

Estorsioni a viso scoperto

Il nuovo clan di Siracusa, che in tutto e per tutto si sostituisce al vecchio, sta impadronendosi...
- Advertisement -

Caso Saguto: Tutti condannati

L'ex giudice Silvana Saguto è stata condanna a 8 anni e 6 mesi di reclusione nel processo...

Caso Saguto: Procura chiede 15 anni

Al via l'ultima udienza, presso l'aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta, che vede imputata Silvana Saguto,...

Articoli popolari

Condanna ridotta all’agente di Polizia Penitenziaria

All'assistente capo della Polizia Penitenziaria Paolo Zagarella,...

Tik Tok: Droga e soldi

Dalla serie “Gomorra scansati” è arrivata...
SOSTIENICI

Potrebbero interessartiHOT NEWS
Ecco cosa hanno letto i nostri lettori

Lascia un commento