Cronaca Piazze di spaccio: sequestrate droga e armi

Piazze di spaccio: sequestrate droga e armi

Ancora sequestri di droga nelle piazze di spaccio di Siracusa che avrebbero fruttato oltre 30.000, ma soprattutto sequestro di armi.

-

- Advertisment -

Gli agenti della Questura di Siracusa, nella giornata di ieri, hanno compiuto tre arresti intorno alle due famose piazze di spaccio di Siracusa, una in via Immordini 12 e l’altra in via Italia 103.

Gli arrestati sono: Francesco Puglisi, di 20 anni, colto in flagranza del reato di detenzione di arma clandestina e munizioni; Enrico De Angelis, di 27 anni, colto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina, marijuana, hascisc, materiale per il confezionamento e numerose cartucce per arma da fuoco e Alessandro Caruso, di 21 anni, colto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di cocaina, marijuana, hashish e di materiale per il confezionamento.

Gli agenti della Squadra Mobile, coadiuvati dalla squadra cinofili, nel corso dei servizi di controllo hanno notato il Puglisi che voleva, a bordo di un motociclo, eludere i controlli ma veniva bloccato.

I poliziotti hanno fiutato subito che qualcosa non andava ed effettuata la perquisizione del giovane rinvenivano un mazzo di chiavi utilizzate per delle voliere. Insieme alla squadra cinofila rinvenivano, grazie al fiuto del cane “Soan”, una pistola con matricola abrasa con caricatore inserito e una pistola a salve.

Il giovane, quindi è stato arrestato per i reati di ricettazione e detenzione abusiva di armi e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, posto agli arresti domiciliari.

Purtroppo non era la sola arma in circolazione.

Nel continuo dei controlli, in via Italia 103 e via Immordini 12, gli agenti sottoponevano a perquisizione l’abitazione di De Angelis e lo sorprendevano mentre tentava di disfarsi di un quantitativo di droga gettandola nel water; inoltre all’interno dell’abitazione, grazie questa volta al cane “Elvis”, sono stati rinvenuti: 230 grammi di cocaina, circa 300 grammi di hashish e 65 grammi di marijuana, più bilancini elettronici di precisione e materiale per il confezionamento della droga, fra cui pentolini e cucchiai intrisi di cocaina, inoltre durante la perquisizione sono stati rinvenuti anche 18 cartucce calibro 44 Magnum.

Anche il De Angelis, dopo le incombenze di rito, è stato portato in carcere.

Infine in via Immordini gli agenti identificavano Alessandro Caruso che dopo aver notato i poliziotti cercava inutilmente di darsi alla fuga e disfarsi di uno zaino.

Il giovane Caruso trasportava nello zaino quasi 9 grammi di cocaina, 70 grammi di marijuana e 17 grammi di hashish, già suddivisi in oltre 200 dosi pronte per lo spaccio.

Dopo le incombenze di rito, l’autorità giudiziaria disponeva per il giovane gli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Ultimi articoli

Condanna ridotta all’agente di Polizia Penitenziaria

All'assistente capo della Polizia Penitenziaria Paolo Zagarella, con qualifica di coordinatore, è stata ridotta la pena in...

Tik Tok: Droga e soldi

Dalla serie “Gomorra scansati” è arrivata l'evoluzione. La piattaforma social Tik Tok...

Garage allestito con giochi e marijuana

Un giovanissimo di quindici anni è stato scoperto e denunciato dai carabinieri della Compagnia di San Giovanni...

Estorsioni a viso scoperto

Il nuovo clan di Siracusa, che in tutto e per tutto si sostituisce al vecchio, sta impadronendosi...
- Advertisement -

Caso Saguto: Tutti condannati

L'ex giudice Silvana Saguto è stata condanna a 8 anni e 6 mesi di reclusione nel processo...

Caso Saguto: Procura chiede 15 anni

Al via l'ultima udienza, presso l'aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta, che vede imputata Silvana Saguto,...

Articoli popolari

Condanna ridotta all’agente di Polizia Penitenziaria

All'assistente capo della Polizia Penitenziaria Paolo Zagarella,...

Tik Tok: Droga e soldi

Dalla serie “Gomorra scansati” è arrivata...
SOSTIENICI

Potrebbero interessartiHOT NEWS
Ecco cosa hanno letto i nostri lettori

Lascia un commento