Inail, scatta da gennaio l’indennizzo per i malati di mesotelioma

Indennità per i lavoratori colpiti da patologie legate all'amianto

I nostri lettori hanno letto

Con la nuova Legge di Bilancio, l’INAIL, dovrebbe procedere, da gennaio 2021, al riconoscimento dell’indennità di 10.000 euro per i malati di mesotelioma in un’unica soluzione.

Sempre l’INAIL, oltre all’indennità, riconoscerà prestazione aggiuntiva del 15%.

L’indennità, per i nuovi eventi accertati dal primo gennaio 2021, sarà erogata su istanza dell’interessato o dei suoi eredi.

L’erogazione avverrà tramite il Fondo stanziato per le vittime delle malattie dell’amianto e gli interessati dovranno presentare l’istanza entro tre anni dalla data dell’accertamento della malattia, a pena di decadenza.

La mesotelioma è una patologia che si contrae nella lavorazione dell’amianto ovvero per esposizione ambientale.

Il Fondo vittime dell’amianto è stato istituito dalla Legge n.244 del 2007 ed è gestito dall’INAIL che eroga una prestazione aggiuntiva ai titolari di rendita, affetti da patologie absesto-correlate per esposizione all’amianto e alla fibra fiberfrax o agli eredi; tale Fondo è in parte alimentato da finanziamenti erariali annuali e in parte dai contributi delle aziende.

La prestazione economica aggiuntiva non sarà soggetta a tassazione IRPEF e sarà erogata insieme alla rendita versata mensilmente, inoltre è cumulabile alle altre prestazioni eventualmente spettanti.

- Advertisement -

Potrebbero interessarti

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime Notizie

error: Contenuto riservato agli abbonati !!