I carabinieri stavano cercando una donna bionda, di 31 anni, originaria delle Marche, coniugata con un giovane di Pizzo, figlio del marittimo Maurizio Cupone, ucciso anni fa nel corso di una lite con la famiglia Stabene-Pulitano, della quale era stata segnalata in mattinata la scomparsa.

PIZZO CALABRO.I carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia hanno avviato accertamenti dopo che nella tarda serata di ieri a Pizzo si sono vissuti momenti di tensione a causa della sparizione di una donna di 31 anni.

I militari e i colleghi dello Squadrone Cacciatori, con mitra in mano e giubbotto antiproiettile, hanno ispezionato una via del centro storico della cittadina entrando in alcune abitazioni e in un caso anche sfondando un portone.

Quando il telefono della donna è stato riacceso, i militari, attraverso la geolocalizzazione sono riusciti ad individuarla in uno degli appartamenti della zona. La donna presentava solo delle tumefazioni al volto ma ha dichiarato di non essere stata aggredita.

Adesso la sua versione è al vaglio degli investigatori.

Fonte Corrieredellacalabria

Lascia un commento