Carta RdC 2019 requisiti, modulo, dove fare domanda reddito di cittadinanza, importo e durata: 

 Il Reddito di cittadinanza è legge e a febbraio si potranno presentare le domande!

Tra dubbi ed ipotesi adesso abbiamo delle certezze che andremo ad esporre in questo articolo.

Innanzitutto sfatiamo subito l’idea o il dubbio,per chi avesse in mente regali,che il reddito di cittadinanza fosse una sorta di “pioggia di banconote” che sarebbe caduta dal cielo a chiunque a ‘mo di coriandoli,il reddito di cittadinanza sarà distribuito sotto forma di carta acquisti e chiunque sarà “beccato” a giocare su slot machine potrà dire addio a tale aiuto da parte dello Stato!

Che cos’è la Carta RdC?

La Carta RdC 2019 è la modalità di pagamento che il governo gialloverde ha scelto per pagare i famosi 780 euro;in realtà la base minima è minore e varia in base ad alcuni parametri:numero di componenti il nucleo e affitto – principalmente –  sempre se la domanda sarà accolta,inoltre la RdC (reddito di cittadinanza) andrà a sostituire dalla stessa data (aprile 2019), il Rei, Reddito di inclusione.

Andiamo a vedere gli importi della Carta RdC 2019: 

Sulla base d quanto previsto dal decreto reddito di cittadinanza 2019, ai beneficiari del reddito di cittadinanza su base annua tenendo conto dei requisiti e delle condizioni del beneficiario,spetterà quanto segue:

gli importi saranno di 2 tipi:

  • un importo ad integrazione del reddito familiare pari a 500 euro x 12 mesi, quindi fino alla soglia di 6000 euro per chi vive da solo mentre per chi vive in famiglia, la soglia 500 euro va moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza, per cui in funzione al numero di componenti il nucleo;
  • importo ad integrazione del reddito per coloro che abitano in affitto pari all’ammontare dell’affitto annuo stesso fino ad un massimo di 3360 euro,cioè 280 euro in più!

Come funzionerà la Carta RdC 2019?

I soggetti che presentano domanda e ottengono il riconoscimento del diritto, riceveranno a casa l’invito a ritirare la Carta RdC presso l’Ufficio postale con già caricata la somma spettante.

La somma potrà essere utilizzata dal beneficiario per pagare bollette,spese alimentari,(no farmaci),ecc mentre sono assolutamente vietate, pena la revoca del sussidio, le spese per il gioco d’azzardo che porti alla ludopatia.

Sarà possibile prelevare denaro contante fino a 100 euro al mese per i single e fino a 210 euro per le famiglie più numerose.

Come ottenere la Carta RdC 2019

Carta RdC 2019 requisiti di cittadinanza e anagrafici: 

  • Essere in possesso di cittadinanza italiana o di paesi UE, essere suo familiare con diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente, essere straniero con permesso di soggiorno di lungo periodo;
  • Avere la residenza in Italia n via continuativa da almeno 10 anni, al momento della domanda RdC.
  • avere un ISEE inferiore a 9360 euro;
  • limite patrimoniale ai fini ISEE, inferiore ai 30.000 euro;
  • limite valore mobiliare ai fini ISEE: inferiore a 6 mila euro + 2000 per ogni familiare dopo il primo fino ad un massimo di 10.000 euro, incrementati di 1000 euro per ogni figlio dopo il secondo e di 5000 per ogni componente disabile;
  • reddito familiare: per chi è solo il limite massimo è pari a 6000 euro, mentre per la Pensione di cittadinanza è pari a 7560 euro e a 9.630 euro per il nucleo familiare che abita in una casa in affitto come da DSU ai fini ISEE. Il limite del reddito familiare è parametro in funzione alla Scala di equivalenza e cioè al numero di componenti del nucleo familiare.

Ricordiamo che il reddito familiare si calcola al netto dei trattamenti assistenziali inclusi nell’ISEE + valore annuo dei trattamenti assistenziali in corso da parte di ciascun componente del nucleo familiare, fatta eccezione per le prestazioni che non devono essere sottoposte alla prova dei mezzi. 

L’indennità Naspi o altro sostegno al reddito è compatibile con il RdC.

ATTENZIONE

  • nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere pena disponibilità di autoveicoli matricola per la prima volta nei 6 mesi precedenti la domanda;
  • nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere pena disponibilità di una auto con cilindrata superiore ai 1600 cc o motociclo superiore ai 250 cc immatricolati nei 2 anni precedenti la domanda, fatta eccezione per i veicoli acquistare con agevolano fiscale per la disabilità.
  • nessun componente deve essere in intestatario a qualsiasi titolo o non avere piena disponibilità di navi ed imbarcazioni da diporto.

Altre condizioni:

  • non hanno diritto al reddito di cittadinanza coloro che sono in stato detentivo fino alla fine della pena e se ricoverati in case di cura di lunga durata o strutture residenziali a carico dello Stato o di altra AP;
  • non si ha diritto alla carta RdC qualora nel nucleo familiare sia presente un componente che si è dimesso senza giusta causa per i 12 mesi successivi alle dimissioni;
  • fanno parte del nucleo familiare
    • i coniugi separati e divorziati che continuano ad avere la stessa residenza;
    • i figli maggiorenni non conviventi fino a 26 anni qualora non siano coniugati e non abbiano figli.

Carta RdC 2019 domanda: dove e come richiederla, modulo, ISEE e documenti

La domanda di reddito di cittadinanza dovrà essere presentata con un apposito modulo telematico approvato dal Ministero del Lavoro di concerto con l’Inps, 

presso:

  • gli sportelli di Poste Italiane;
  • i CAF che avranno richiesto l’autorizzazione.

Per richiedere la Carta RdC oltre che al modulo di domanda saranno richiesti una serie di documenti necessari atti a certificare il reddito, come:

  • l’ISEE 2019
  • la residenza in Italia e la propria identità.

Presentata la domanda,l’Inps effettuerà i controlli e le verifiche circa il possesso di tutti i requisiti da parte del richiedente e in caso di accoglimento invierà a casa, la comunicazione ufficiale contenente l’esito della richiesta.

  • Qualora la domanda RdC venga accettata, il beneficiario del reddito di cittadinanza, viene quindi invitato a ritirare presso lo sportello di Poste italiane, la sua Carta RdC con l’importo spettante.
  • Attivata la carta, la somma può essere spesa per tutte le spese già consentite con la cosiddetta Carta Acquisti per cui: spesa alimentare presso i negozi convenzionati, farmacie (ma non per acquistare farmaci) e parafarmacie, presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas mentre è assolutamente vietato utilizzare i soldi della carta RdC per il gioco d’azzardo che porti alla ludopatia, pena la revoca del beneficio.
  • Ai beneficiari della carta RdC è riconosciuto il bonus luce e gas 2019.
  1. Per la pensione di cittadinanza la soglia è incrementata da 6000 a 7560 euro fino ad un massimo pari ad euro 1800 annui.
  2. L’aumento fino a 1800 euro per le famiglie che hanno una casa di proprietà spetta in caso di stipula di un mutuo per acquisto prima casa o per ristrutturazione prima casa.
  3. L’importo in questi casi non può superare la soglia di 9360 euro annui moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza meno il reddito familiare.
  4. L’importo minimo invece non può essere in misura inferiore a 480 euro annui.

La Carta RdC ha una durata di 18 mesi + 18 mesi con sospensione di almeno un mese. La sospensione non è prevista per la Pensione di Cittadinanza.

RDC

Fonte ilblogdellestelle.it

a cura di redazione

Lascia un commento