Cina.La AP denuncia censura e sequestri.

Una delle più grandi agenzie stampa del mondo,AP,denuncia censura e sequestri in Cina per chi si occupa del #CoronaVirus.

Scrive in un articolo:

Chen Qiushi,avvocato,si era messo in testa di raccontare su ciò che stava accadendo a Wuhan.

Così ha postato on line,anche con video che lo vedono disgustato e quasi irriconoscibile per chi lo ha riconosciuto,informazioni e notizie sulla realtà che stava vivendo quella popolazione fino a quando se ne è persa ogni traccia.

Aveva iniziato tre settimane fa ma la scorsa settimana,il 34enne,è scomparso.

Chen ha fatto proprio questo e in due settimane ha postato oltre 100 messaggi attraverso il suo profilo social,da Wuhan

Ha mostrato i malati stipati nei corridoi dell’ospedale e le lotte dei residenti per ottenere cure.

Lo stesso,attraverso un video,ha detto: “Perché sono qui? Ho affermato che è mio dovere essere un giornalista cittadino “, continiando ha aggiunto:”Che tipo di giornalista sei se non osi correre in prima linea in un disastro?”

Fonte AP

Cosa ne pensi?

Scrivi un messaggio pubblico!

Lascia un messaggio pubblico!

 
 
 
 
 
 
I campi con il segno asterisco * devono essere compilati.
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
Valuteremo che il messaggio non sia discriminatorio,per tale motivo non sarà visibile immediatamente.
(ancora nessun messaggio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: