L’associazione Governo del popolo denuncia la mega truffa dei professionisti antimafia.

L’associazione Governo del popolo denuncia la mega truffa dei professionisti antimafia.

Non ci sta Francesco Carbone,presidente dell’associazione Governo del Popolo,al continuo denigrare e diffamare chi di mafia è rimasto vittima!

Così,ieri,è andato in diretta sul social “Facebook” a raccontare – documenti alla mano – quanto sta accadendo nel territorio siciliano.

Francesco Carbone inizia sul social rimarcando la citazione già utilizzata – secondo lo stesso presidente dell’associazione – dalla pm Gallucci della Procura di Termini Imerese.

“Non vi è chi non veda dalle prove televisive… che le sorelle Napoli siano vittime ”
Una mega truffa messa in atto dai “Professionisti dell’antimafia” scrive Francesco Carbone,prima di relazionare in un lungo post e nel video che segue,anche se precedentemente avevamo pubblicato un articolo inchiesta (qui per leggere).

Ecco il video di Francesco Carbone

 

Così ha scritto Francesco Carbone:
«Rispondendo, Non vi è chi non veda dalle prove documentali che le sorelle Napoli e l’intera Famiglia tra cui il padre Salvatore Napoli denominato Diavolo Bianco abbiano da sempre attuato la Metodologia della Mafia dei Pascoli per detenere indisturbati fin dal 1940 terreni del demanio, trazziera regia, alloggi popolari dello Stato, mai pagato tasse e cartelle esattoriali, mai pagato mutui, mai pagato rate all’ismea, ma usufruito di fondi europei e fondi dell’agricoltura su terreni di proprietà dello stato e non loro.
Non vi è chi non veda la mega truffa all’ISMEA, ai Fondi Antimafia riservati alle vittime di mafia e non ai Mafiosi, e la mega truffa che spiegherò dettagliatamente in merito ai “Progetti Legalità” che saranno finanziati dallo Stato e dalla Comunità Europea ove Sindaci asserviti ai “Professionisti dell’Antimafia”, associazioni, cooperative, imprenditori a essi collegati, andranno a gestire in modo PRIVATISTICO centinaia di migliaia di ettari di terreni del demanio, boschi, parchi etc…
Cosi da andare a creare nelle regioni del sud tra cui la Sicilia, un enorme bacino di lavoro precario cosi da essere un grande bacino di voti di scambio con quella politica legata ai Professionisti dell’Antimafia tra cui il PD Siciliano, fatalità stesso partito insieme al Movimento 5 Stelle che si è messo a Protezione delle Sorelle Napoli e tutti i Pubblici Ufficiali denunciati tra cui carabinieri, onorevoli, magistrati, funzionari di stato e chissà quanti ancora saranno denunciati se non si attivano immediatamente».

Lascia un commento

Redazione Amattanza

Redazione Amattanza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: