I rappresentanti votati direttamente dal popolo e con questi in contatto diretto,hanno paura di parlare dei problemi della realtà locale,eppure anche i cani,quelli abbandonati nelle zone limitrofe si sono accorti delle notizie false e stratagemmi messi in atto per gonfiare ad arte e proiettarli in una realtà apparentemente al limite dell’assurdo.

Questo è il dramma presente che ci circonda!

Tutta la politica è distante,“dalla sinistra avanzata, ma non troppo” al “piccolo destroso e malconcio politico indipendentista”.

Nessuno denuncia i piani e la “mafiosità” utilizzata da una amministrazione pubblica che va avanti a fini personali.

Nei bar e nei piccoli angoli delle piazze tutti si sbellicano dalle risate,mentre i direttamente interessati se ne stavano con l’orecchio incollato agli apparecchi e gli occhi sui social,per non perdere una parola che potrebbe ledere la loro onorabilità.

La solita parodia che da anni “impavida e incline al potere”gira come un disco rotto,cambiando solo alcuni attori di turno. Tra loro amanti di cavalli e di donne,costruttori e imprenditori di ogni genere che devono chinarsi per ottenere una cena o un appalto.

Sembra uno zoo,dove il cavallo da monta sta in piedi su una palla,e mentre dietro un cane lo addenta è costretto a inculare una cavalla.

Qui la mafia non esiste e solo satira che qualche imbecille tira fuori per invidia,ma tanto tutto si risolverà perchè qualsiasi commissione non ce la farà!

Speriamo solo che non li portino tutti in rianimazione,sarebbe un danno incalcolabile per i loro progetti.

Lascia un commento