Militare VFP suicida a Roma.

La giovane militare classe 1989 era nubile ed originaria Vitulazio, Comune della provincia di Caserta con poco più di 7mila abitanti, e faceva parte del Secondo Reggimento Pontieri di Piacenza, dove prestava servizio da cinque anni.

Il suo nome è stato reso pubblico solamente in tarda mattinata in modo tale da poter permettere alle autorità di informare la famiglia.

Riportiamo l’articolo pubblicato da Huffingtonpost.

L’accaduto,con ogni probabilità un suicidio,è accaduto alla stazione Flaminio. Inutili i soccorsi.

Caterina Glorioso, 30 anni, originaria della Campania, nubile, era una volontaria dell’Esercito in ferma prefissata. Arruolatasi nel 2014, era in servizio in un reparto di Piacenza ma era distaccata a Roma per l’operazione “Strade sicure”.

Secondo quanto si è appreso, poco prima di entrare in servizio, vestita dunque regolarmente in uniforme, è entrata nel bagno della stazione della metropolitana e si è sparata un colpo con la pistola di ordinanza.

Gli investigatori, secondo quanto si apprende, hanno trovato una lettera di 15 pagine nella quale la 30enne ha spiegato i motivi del suo tragico gesto.

La lettera è ora al vaglio del procuratore aggiunto di Roma, Nunzia D’Elia che ha aperto un fascicolo in cui, come avviene in questi casi, si ipotizza il reato di istigazione al suicidio. Sul posto, oltre ai carabinieri e al pm di turno, anche il pm di turno della procura Militare.

Cosa ne pensi?

Scrivi un messaggio pubblico!

Lascia un messaggio pubblico!

 
 
 
 
 
 
I campi con il segno asterisco * devono essere compilati.
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
Valuteremo che il messaggio non sia discriminatorio,per tale motivo non sarà visibile immediatamente.
(ancora nessun messaggio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: