Impossibile, dopo vent’anni di silenzio, i nostri articoli che hanno evidenziato un piano a tavolino, hanno stizzito vittime e PADRONI.

Da ieri,gruppi e Pagine Facebook ,hanno prima chiuso i battenti e poi riaprire per rispondere a post che membri,degli stessi gruppi, pubblicavano sulle loro bacheche, per poi richiudere nuovamente e poi riaprire..insomma in caos inaspettato e degno di persone che preferiscono nascondersi, anziché denunciare il malaffare e le irregolarità. 

In molti hanno chiesto spiegazioni ed hanno ricevuto la seguente risposta:

“la competenza è delle forze dell’ordine e della magistratura”

ma dove vige allora il confronto e la libertà di esprimere la propria opinione,come diritto sancito dalla nostra Costituzione, se poi un qualsiasi amministratore di gruppo o Pagina Facebook la censura?

Stamane il De Simone,che come ex collaboratore dell’Aretuseo, dovrebbe conoscere il diritto di replica,ha dichiarato quanto segue:

 

Concetto De Simone

Ma è possibile che nessuno abbia il coraggio di inviarci una lettera di replica?

Accuse e denunce che speriamo finiscano nelle mani dei preposti, perché la diffamazione è un crimine,certo,ma se fatta a parole e senza prove,per fortuna abbiamo di tutto e di più!

Ma ci chiediamo, come mai il De Simone ha puntato il dito contro una singola persona oltre noi,visto che di nomi ne abbiamo fatti tanti?

De Simone contro utente

Imprevedibile, ma l’odissea è scattata, e noi staremo ad attendere quanto ha dichiarato l’utente sul proprio profilo pubblico Facebook. 

Utente Facebook

Qualcosa,comunque, è scoppiato e su Priolo non abbiamo ancora terminato!

a cura di Maurizio Inturri

 

Quanto è stato utile questo articolo?

Fai clic su una stella per votarlo!

Voto medio / 5. Conteggio voto:

Cosa hai trovato di utile in questo articolo...

Seguici sui social media!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Collaboratore giornalistico indipendente,mi occupo di inchiesta sulla mafia e criminalità organizzata. Laureato in Scienze della Comunicazione Executive Master in Scienze Criminologiche Autore del libro Cogito ergo sum...ma non troppo,anno 2015 Autore del libro L'Antistato-Volume I°-L'inizio edito a marzo 2019

Commenta l'articolo