Dell'Utri e Cannata

Un personaggio pubblico viene sbattuto in prima pagina ogni giorno per qualunque cosa dice o scrive sui social,ma nella provincia di Siracusa è diverso.

Se per personaggio pubblico si intende un cantante o politico reso tale per essere ogni giorno nelle testate giornalistiche on line,allora nella nostra provincia di Siracusa abbiamo un problema.

Chi informa dovrebbe rispettare la notizia come base dell’informazione pubblica.

Ma la notizia può sempre essere a favore di un personaggio pubblico, senza che nessuno si accorga che qualcosa non è chiara?

Ieri,a Siracusa,agenti della Polizia di Stato, in servizio presso la Questura di Siracusa, durante un normale servizio di controllo del territorio, hanno fermato una donna di 58 anni, quest’ultima insofferente al controllo di polizia, andava in escandescenza ingiuriando e minacciando i poliziotti.

Per tale motivo è stata denunciata per il reato di oltraggio e minacce a Pubblico Ufficiale.

Giorno 18 maggio,il sindaco di Avola Luca Cannata,durante il suo comizio elettorale, ha pubblicamente calunniato un procuratore della Repubblica di Siracusa e diffamato il dirigente del Commissariato di polizia di Avola, ma nessuno ha riportato notizie, su testate giornalistiche on line,su eventuali denunce o prese di posizione dei sindacati o ordini.

La domanda sorge spontea:

come mai?

La legge non è uguale per tutti e l’informazione libera?

Ed ancora,ma siete sicuri che il dott.Luca Cannata abbia sulle spalle solo dodici anni di politica,perché la foto in evidenza fa nascere dubbi!

Nella foto Marcello Dell’Utri, condannato,e il giovane Luca Cannata.

Lascia un commento

Collaboratore giornalistico indipendente,mi occupo di inchiesta sulla mafia e criminalità organizzata. Laureato in Scienze della Comunicazione Executive Master in Scienze Criminologiche Autore del libro Cogito ergo sum...ma non troppo,anno 2015 Autore del libro L'Antistato-Volume I°-L'inizio edito a marzo 2019