Chi inteverrà?

In un clima di omertà, paura,truffe e alleanze segrete,le voci bianche sono messe nelle condizioni di non essere credibili,ma è proprio per questo – al contrario – che il sottoscritto continua a informare, perché tutti capiscano “il dovere della denuncia“, in un clima scomposto da più di mezzo secolo nella nostra terra!

La premessa,trova le sue risposte nel mancato intervento – dopo gli articoli di Amattanza – da parte dell’intera politica siracusana,mentre rimango fiducioso che inquirenti e magistratura stiano facendo il loro lavoro.

Forse qualcuno non segue il filo del discorso..

Da più di una settimana Amattanza sta denunciando scorrettezze nelle amministrative di Priolo Gargallo 2018,cosa di non poco conto se si pensa quanto segue:la zona industriale più rinomata si trova lì,ovvero, dove la IAS PRIOLO ha trascinato l’intera Siracusa nel “Sistema Montante” e – proprio in quel Sistema Sicilia – dove lo stesso Calogero Montante sta iniziando a collaborare con la procura.

Qualcuno si è chiesto chi finirà dentro il calderone, visto che il Montante non potendo fare tutto da solo,ha già trascinato Crocetta,

Lumia e l’ex presidente ARS Lombardo ci sono finiti dentro come alcuni famosi giornalisti!

Crocetta,Lumia,Lombardo

Dagli articoli che Amattanza ha pubblicato, risulta evidente quanto segue:

  1. la campagna pre elettorale si è svolta in clima di:blitz, spaccio, operazioni delle forze dell’ordine, auto e magazzini date in fiamme ecc..;
  2. la campagna elettorale si è svolta in modo :con individui della delinquenza priolese che sponsorizzavano un candidato a sindaco e poi,ogni clan,sponsorizzava un candidato al consiglio;
  3. un autorevole personaggio, tramite messaggio Whatsapp, (diffamava o se volete) appoggiava sempre un candidato e non un messaggio qualunque,in quanto A.Rizza a Siracusa non è un nome qualunque,tant’è che seguono accuse pesanti:pubblicamente su Facebook che in privato messaggio;
De Blasi diffama Cafeo,Zappulla e altri

e se tutto ciò e degno di silenzio e censura, spero che per gli inquirenti non lo sia,tocca a loro svolgere le indagini,il mio compito e quello di Amattanza è di informare, soprattutto con prove!

Autorevole messaggio

Se tutto ciò ancora non bastasse,ad oggi non ho ricevuto risposta scritta – come deontologia vuole – nè da parte del PD,per smentire le accuse a loro rivolte,né da Sicilia5Stelle per avere chiarimenti sul deputato Pasqua – quest’ultimo ricordo ha favorito la candidatura prima del R.Pulvirenti finito nelle cronaca di Siracusa (dimostrabile),per poi recuperare con la Lauria –,informati dal sottoscritto di tutta la vicenda.

Casualità e mistero ancora una volta?

Fonte Gaetano Scariolo GDS

Ma,ancora oggi,tutti tacciono mentre un padre di famiglia siracusano, Ivan Baio (nella foto) scatena un putiferio a Siracusa, Roma e sul grande Facebook!

Ivan Baio incontra (almeno ha cercato di farlo) politici siracusani e non;ha cercato di raccontare:fatti, narrare le vere storie della Siracusa nascosta e rimane senza lavoro perché qualcuno gli nega il badge di ingresso dal lato LUKOIL.

Baio ha fatto bene a sollevare questo polverone della zona industriale, perché io personalmente ho seguito la vicenda, spinto da persone che sin dall’inizio della sua battaglia l’hanno seguito, e vi assicuro che non erano di Siracusa,perché qui l‘omertà fatta paura regna sovrana!

Ascoltare l’audio di persone (ex operai,sindacalisti ecc) che AMMETTONO la vendita in nero di sigarette, dentro il compresorio denominato “ISAB – LUKOIL”,è mancanza di rispetto per chi paga profumatamente le tasse allo Stato,è mancanza di Legalità!

Sapere,infine,che Jvan Baio,è rimasto senza lavoro per aver denunciato i loschi affari e le losche assunzioni,per poi venire a conoscenza – che dopo le elezioni amministrative di Priolo Gargallo – individui sono stati assunti alla LUKOIL,per chiamata diretta,subito dopo aver scritto un post pubblico in cui si lamentavano della mancata (assicurata) assunzione (cosa che possiamo provare) e subito dopo hanno eliminato tale post per scrivere felicemente sono stato assunto,è semplicemente una vergogna!

a cura di Maurizio Inturri

Quanto è stato utile questo articolo?

Fai clic su una stella per votarlo!

Voto medio / 5. Conteggio voto:

Cosa hai trovato di utile in questo articolo...

Seguici sui social media!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Collaboratore giornalistico indipendente,mi occupo di inchiesta sulla mafia e criminalità organizzata. Laureato in Scienze della Comunicazione Executive Master in Scienze Criminologiche Autore del libro Cogito ergo sum...ma non troppo,anno 2015 Autore del libro L'Antistato-Volume I°-L'inizio edito a marzo 2019

Commenta l'articolo