Strumentalizzare l’immigrazione non risolve problema vero,ovvero adattare la Costituzione con l’evoluzione

Strumentalizzare  l’immigrazione non risolve problema vero,ovvero adattare la Costituzione con l’evoluzione

Moralmente possiamo condividere le opinioni di chi è pro e chi contro l’immigrazione, ma costituzionalmente no!

Se ci fermassimo solo un attimo a riflettere,che le nostre libertà dipendono dalla costituzione italiana,sicuramente ci verrebbe più facile capire che è proprio lì che risiede il nocciolo delle questioni legislative, quali l’art.117.

È Fabio Sabatini, professore associato di Politica economica all’Università La Sapienza che sul suo profilo Twitter ha spiegato passo passo perché la Sea Watch 3 ha fatto bene ad attraccare a Lampedusa,ma anche il perché della questione irrisolvibile dei continui sbarchi in Italia.

Chiariamo la vicenda SEA WATCH 3

Scrive Sabatini:

«La convenzione di Amburgo del 1979,cui l’Italia ha aderito con la Legge n. 147/1989,prevede l’obbligo di prestare soccorso ai naufraghi e di farli sbarcare nel primo “porto sicurosia per prossimità geografica al luogo del salvataggio sia dal punto di vista del rispetto dei diritti umani».

“In parole povere, un porto è sicuro se garantisce il rispetto dei diritti dei naufraghi”.

Quando si tratta di tutela dei diritti umani, quindi, le convenzioni internazionali prevalgono sulle leggi nazionali e sulle decisioni di politica interna.

Continuando,spiega il Ph Sabatini:

«Nel prendere la decisione di accostarsi a Lampedusa, la comandante Rackete ha obbedito a una legge di rango superiore al decreto sicurezza bis».
Per l’Art. 117 della Costituzione, un trattato internazionale ratificato e reso esecutivo nell’ordinamento italiano è al riparo da possibili ripensamenti del legislatore, e condiziona la produzione legislativa successiva, che a esso dovrà dunque conformarsi, aggiunge poi Sabatini.

La soluzione,quindi,appare chiara:

Immigrazione,violazione dei diritti umani,criminalità,corruzione,guerre, aiuti militari e umanitari ecc..” sono regolati tanto da Trattati quanto dagli articoli della nostra Carta Costituzionale.

A questo bisognerebbe chiedersi se non sia da considerare di primaria importanza “rinnovare gli articoli della nostra Carta Costituzionale e i Trattati internazionali “.

Lascia un commento

Redazione Amattanza

Redazione Amattanza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: