E’ preoccupante l’allarme lanciato dall’agenzia ADNKRONOS,secondo cui – si legge –  “L’attuale diminuzione” degli attacchi terroristici nel mondo “potrebbe non durare a lungo, forse neanche fino alla fine dell’anno”.

L’allarme – secondo l’agenzia – sarebbe stato lanciato dagli esperti di terrorismo del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite,lo scorso luglio,in un rapporto si scrive che “i nuovi attacchi ispirati dall’Isis, possibilmente in luoghi inattesi”,porterebbero la minaccia all’Europa.

Sempre secondo la nota,il rapporto rivelerebbe che l’Isis ha ancora accesso a fondi che vanno dai 50 ai 300 milioni di dollari, quello che resta delle entrate del califfato degli anni scorsi, mentre continua a usare la propaganda per mantenere alta la sua reputazione come principale brand terroristico del mondo, il cosiddetto ‘califfato virtuale’.

VIDEO CORRIERE

Concludendo,infine,si legge nel rapporto diramato dall’agenzia stampa ADNKRONOS:

Quando avrà il tempo e lo spazio per reinvestire in capacità operative esterne – avverte il rapporto – l’Isis ordinerà e faciliterà attacchi internazionali, in aggiunta a quelli ispirati dall’Isis, che continueranno ad avvenire in molti luoghi nel mondo. L’attuale diminuzione di questi attacchi, comunque, potrebbe non durare a lungo, forse neanche fino alla fine del 2019“.

Il documento,sottolinea infine, precedente alla notizia diffusa da fonti americane tre giorni fa della morte di Hamza bin Laden, indicato come potenziale leader di al Qaeda, sottolinea che il gruppo fondato da Osama resta ‘resiliente’, ma poi sottolinea le cattive condizioni di salute dell’attuale capo Ayman al-Zawahiri.

Fonte Adnkronos

Lascia un commento!

Quanto è stato utile questo articolo?

Fai clic su una stella per votarlo!

Voto medio / 5. Conteggio voto:

Cosa hai trovato di utile in questo articolo...

Seguici sui social media!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!